Le immagini parlano chiaro. Durante un’azione di gioco, un giocatore del Benevento, volontariamente interrompe con la mano in area di rigore un azione del Grosseto.L’arbitro indica il dischetto del rigore.
Il guardalinee chiede un colloquio con lui.
Dopo essersi consultati si decide per annullare il rigore.
Motivazione, il giocatore del Benevento ha sentito un fischio e credendo che fosse stato l’arbitro ha bloccato il pallone con le mani per fermare il gioco.
Piccolo particolare, i tifosi del Benevento hanno fischiato per tutta la partita per una contestazione nei confronti della loro società.
Ormai è più di un anno che scrivo per Biancorossi.it e mai mi sono permesso di entrare in polemica sulle decisioni arbitrali, i miei modi di vedere e vivere questa passione me lo impediscono.
Però, c’è un però.
Un confine che non è oggetto di trattative.
Un confine che deve essere difeso valorosamente e ostinatamente, fino alla fine.
Quel confine si chiama rispetto.
Nessuno si può sognare, ne tantomeno permettere, di oltrepassarlo e pensare di farla franca facilmente.
Non possiamo permetterci, come tifoseria e ancor meno come Unione Sportiva, che certe cose accadano nell’oblio generale.
Non abbiamo i mezzi economici per fare nulla, neanche un ricorso?
Non ci credo, penso che sia di più una questione legata alla volontà.
Non contiamo nulla, dovremmo fare un’impresa tipo quella di Davide contro Golia?
Si, forse è un’impresa titanica ma è molto più ganzo provarci e perdere che non provarci per niente.
Siamo piccoli granelli di sabbia, ma un vantaggio l’abbiamo.
Avete mai provato a imprigionarli in un pugno chiuso?
Non ci riuscirete mai.

T&GO

L'ultimo acquisto in ordine in tempo è la "scheggia impazzita" del gruppo. Roberto Bongini, alias "l'Ottimista", ama passare il suo tempo sul Muro dei Tifosi. E' da lì che prende spunto per scrivere i suoi originali pezzi che potete leggere nella sezione "Il Muro invisibile".

2 COMMENTI

  1. Vedendo le immagini mi sembra che non blocchi il pallone ma lo devia con il braccio. A pensar male si fa peccato….Se è stato tratto in inganno da un fischio non era più semplice non partecipare più all’azione e lascia passare la palla?

    • Hai ragione due volte.
      La prima perchè mi sono espresso male.
      Con bloccare intendevo “bloccare” il traversone.
      La seconda perchè è veramente incredibile, da parte della terna arbitrale, “giustificare” un gesto del genere.
      Hanno creato un precedente molto discutibile.
      Mi infastidisce il fatto che per il momento non ci sono notizie di un eventuale ricorso.
      Un saluto.

Rispondi